Più bella più libera

Le attività di acconciature ed estetica sono anche luoghi di accoglienza, di aggregazione e di alleanza tra donne, dove si creano situazioni di confidenze e dove è più facile che le donne possano trovare il coraggio di chiedere aiuto contro situazioni di violenze subite.

blog autore
Istituto Sistema
Caricato il 17 luglio 2020

Le attività di acconciature ed estetica sono anche luoghi di accoglienza, di aggregazione e di alleanza tra donne, dove si creano situazioni di confidenze e dove è più facile che le donne possano trovare il coraggio di chiedere aiuto contro situazioni di violenze subite.

Per questo motivo il Movimento Donne Impresa di Confartigianato, CNA, Unione Artigiani di Bergamo invita tutte le imprese dell’Area Benessere a sostenere ed aderire al Progetto “Più bella, più libera”, una campagna informativa per la prevenzione della violenza contro le donne che si propone di creare una rete informativa, grazie alla collaborazione di estetisti e acconciatori.

Cosa prevede l’adesione al Progetto? Basta semplicemente esporre nel proprio negozio di acconciature o estetica il materiale informativo del Progetto, in modo da renderlo disponibile alle donne in difficoltà.

Un modo per fare del bene a chi ha bisogno: anche un piccolo gesto, poche parole o le giuste indicazioni date al momento giusto e nel modo giusto, possono risultare decisivi nell’aiutare una donna a prendere una decisione che sembra tanto semplice ma a volte è difficilissima: chiedere aiuto.

Agli aderenti verranno consegnati gratuitamente: a) una vetrofania con il logo del progetto (realizzato dalla scuola d’arte Fantoni) che permetterà di essere identificati come partner dell’iniziativa; b) materiali informativi, tra i quali un autoportante da poter esporre, volantini e biglietti da visita da distribuire e tutti i numeri utili in caso di bisogno.

Per presentare alle imprese il Progetto “Più bella, più libera”, è stato organizzato un webinar formativo che si terrà Lunedì 20 luglio alle ore 10.30 tramite collegamento online.

Durante il webinar verrà illustrato il progetto e le operatrici dell’accoglienza dei centri antiviolenza della provincia di Bergamo spiegheranno come poter cogliere nelle clienti i segnali di disagio o di violenza subìta e quali consigli dare loro

IL’iniziativa è promossa dal Movimento Donne Imprese  delle tre associazioni presenti sul territorio con il contributo della Provincia di Bergamo e in collaborazione con i centri antiviolenza.

Grazie per l’aiuto che vorrai dare!!